Intra muros/hors les murs

Paris carte
Paris noir et blanc
Paris ville
Paris arrondissement
Paris tour eiffel
Disneyland paris attraction
(google search french: Paris)

Le photographe a littéralement construit son sujet en déformant la réalité. Vous ne trouverez aucun habitant qui reconnaîtra sa ville dans cette série d’images, dont les légendes ressemblent plus à un règlement de compte qu’un reportage.

You love suburb theatres, always hoping not to come across a chav.

Décrivez votre projet pour préparer votre entretien personnalisé avec un chasseur immobilier spécialisé sur votre zone de recherche.

Adoperare l’avvenimento – quel qualunque avvenimento che Giove Farabutto, preside a nuvoli, t’abbi fiantato davanti il naso, plaf, plaf – alla magnificazione d’una propria attività pseudo-etica, in facto protuberantemente scenica e sporcamente teatrata, è il giuoco di qualunque, istituto o persona, voglia attribuire alla propaganda e alla pesca le dimensioni e la gravezza di una attività morale. La psiche del demente politico esibito (narcisista a contenuto pseudo-etico) aggranfia il delitto alieno, reale o creduto, e vi rugghia sopra come belva cogliona e furente a freddo sopra una mascella d’asino: conducendosi per tal modo a esaurire (a distendere) nella inane fattispecie d’un mito punitivo la sudicia tensione che lo compelle al pragma: al pragma quale sia, purché al pragma, al pragma coute que coute. Il crimine alieno è adoperato a placar Megera anguicrinita, la moltitudine pazza: che non si placherà di cosi poco: viene offerto, come laniando capro o cerbiatto, a le scarmigliate che lo faranno a pezzi, lene in salti o mamillone ubique e voraci nel baccanale che di loro strida si accende, e dello strazio e del sangue s’imporpora: acquistando corso legale, per tal modo, una pseudo-giustizia, una pseudo-severità, o la pseudo-abilitazione a dittaggi: della quale appaiono essere contrassegni manifesti e l’arroganza della sconsiderata istruttoria, o l’orgasmo.
Carlo Emilio Gadda, Quer pasticciaccio brutto de via Merulana

The photographer’s constructed photographic subject is regarded as a serious distortion of reality that undermines the city and its inhabitants, as well as the profession of photojournalist.

Read more.